Itinerario Dubai: cosa vedere in 5 giorni

Cosa vedere a Dubai in 5 giorni: itinerario dettagliato

Scrivi un commento per primo / di Carlo Galici / aggiornato: 10 ottobre 2018

Quanti giorni trascorrere a Dubai? Ho già trattato questo argomento e molto dipende da quello che vi piace fare.

In ogni caso solitamente con 5 giorni, a Dubai riusciremo a vedere le zone più importanti della città. Se preferiste trascorrere qualche giorno in più, lo potrete dedicare al relax o ancora per passare anche qualche giorno nella vicina Abu Dhabi.

Iniziamo a scoprire la città.

Giorno 1: la Dubai moderna

Downtown Dubai
Downtown Dubai: a destra il Burj Khalifa e in primo piano il lago artificiale con le fontane danzanti

Downtown Dubai è uno dei quartieri alla moda da visitare non solo per i suoi palazzi e attrazioni conosciute in tutto il mondo, ma anche per comprendere – da vicino – l’essenza di questo luogo affascinante.

Questa parte di Dubai è stata pensata e realizzata da una delle aziende costruttrici più importanti di tutto il Medio Oriente – ovvero la Emaar – estendendosi per due chilometri quadrati.

Durante il primo giorno di visita potremo conoscere quelli che sono le attrattive migliori, divertenti e culturali.

Souk Al Bahar

La giornata inizia con la visita al Souk Al Bahar – raggiungibile con la metropolitana alla fermata Burj Khalifa – Dubai Mall proseguendo sino all’uscita “Promenade” –  che è il  piccolo centro commerciale che sorge nel cuore di Downtown Dubai collegato con un ponte/passerella pedonale che attraversa le acque azzurre del lago artificiale.

Il “mercato dei marinai” – questo il suo nome tradotto dall’arabo – è un complesso in tipico stile arabo con più di 100 negozi e 22 tra ristoranti e bar, sia del luogo e sia inerenti ad una catena internazionali.

Incontreremo quest’ultimi all’esterno e all’interno, cercando di coprire l’intera area: la visita a questo centro commerciale non deve essere intesa come un’esperienza di solo shopping ma un modo per vivere l’atmosfera araba grazie alle luci soffuse delle lanterne arabe, i corridoi in pietra naturale e ai negozi particolari che offrono artigianato locale, tappeti, libri, complementi d’arredo e così via.

Non mancano, naturalmente i negozi dedicati ai turisti con souvernir – banco del cambio o supermercato con prezzi non sempre accessibili.

E’ aperto tutti i giorni con orari differenti:

  • dal sabato al giovedì dalle 10 alle 22
  • venerdì dalle 14 alle 22

Dubai Mall

La giornata prosegue raggiungendo il  Dubai Mall, ovvero il centro commerciale più grande del mondo, con più di 1200 negozi, 14.000 posti auto e attrazioni che esulano dallo shopping, il tutto posizionato su un’area complessiva di 700 x 600 metri.

Il centro commerciale si divide in gallerie dove sono situate differenti negozi a seconda di brand ed argomento:

  • Fashion Avenue: situata sulla parte sud dove poter trovare tutti i brand di alta moda
  • Grand Atrium: parte dedicata alla vendita di gioielli e orologi di lusso
  • The Groove: parte esterna dove poter trovare tutti i brand sportivi internazionali. In caso di brutto tempo il suo tetto mobile provvederà a chiudersi in automatico, lasciando i turisti al coperto.

Non possono mancare le visite alle varie attrazioni che si trovano al suo interno.

Prima di tutto  ci rechiamo al Dubai aquarium – Zoo sottomarino che è l’acquario sospeso più grande del mondo con i suoi 10 milioni di litri d’acqua, 30.000 mila animali marini di ogni specie tra cui ben 400 squali.

Gratuitamente è possibile vedere l’acquario dalla parte esterna, mentre acquistando il biglietto entriamo al suo interno attraverso un tunnel di 48 metri trasparente, dove potremo ammirare la fauna e flora marina.

I più temerari potranno nuotare vicino agli squali mentre gli altri avranno la possibilità di conoscere i pinguini e tutti gli animali del mondo marino. Sono sempre aperti con orari differenti:

  • Dalla domenica al mercoledì 10-22
  • Dal giovedì al sabato 10 – 24

Se rimane del tempo – o in alternativa –  un giro alla Dubai Ice Rink, la grande pista di pattinaggio che permette di divertirsi, a turni, per 1 ora e 45 minuti.

Non solo: possiamo anche prenotare dei corsi di pattinaggio personalizzati, oppure assistere ad un’emozionante partita della Emirates Hockey League. 

Tra un’attrazione e l’altra  i bambini possono essere lasciati a Kidzania, la città degli adulti a prova di bambino per far provare loro ogni tipologia di esperienza, in totale sicurezza.

Dai 4 ai 14 anni hanno la possibilità di vivere una giornata da adulto simulando molte attività e avendo a disposizione una finta moneta locale. I genitori potranno controllare e monitorare il proprio figlio a distanza, con un braccialetto GPS, mentre esploreranno la loro vita da avvocati – manager – direttori di albergo con compra vendita di auto e cene di lusso presso i ristoranti del luogo.

Proseguiamo il nostro viaggio, senza uscire dal Dubai Mall per raggiungere – preferibilmente all’ora del tramonto il Burj Khalifa ovvero il grattacielo più alto del mondo con un’altezza pari a 828 metri, 160 piani e con un punto di osservazione – 148° piano – strategico raggiungibile con gli ascensori più veloci che esistano.

Una struttura affascinante studiata appositamente per essere a forma di Hymenocallis ovvero bulbo centrale che si dirama in tre parti, regalando un impatto estetico di grande importanza.

Al suo interno tappeti realizzati a mano, decorazioni in stile arabo e travertino in argento per la parte nuda dei pavimenti.

Da non dimenticare le due piattaforme che consentono l‘osservazione a 360° che si trovano al 124° piano e al 148° piano (dove si vanta la vista migliore per il tramonto).

Il consiglio è quello di evitare giornate come giovedì e venerdì, ma di accedere alla torre:

  • tutti i giorni dalle 8.30 sino alle 24
  • il 148° piano è aperto dalle 12 alle 23
  • il sabato e domenica è possibile accedere dalle 5.30 del mattino per godere di una favolosa alba

Il costo per entrare al 124° piano è di circa Euro 30,00 mentre per il 148° il costo è di circa Euro 74,00.

Una volta goduta la vista del tramonto su Dubai è il momento di vedere il fantastico spettacolo della fontana danzante più grande del mondo, situata proprio ai piedi del Burj Khalifa.

Più di 80.000 litri di acqua che vengono spruzzati a 150 metri di altezza che oscillano a ritmo di musica, con fasci di luce che colorano ed illuminano la coreografia.

Ogni spettacolo è diverso dal precedente, con musica che varia dalla colonna sonora di Frozen sino alle canzoni arabe, arrivando a successi internazionali. Gli orari sono ben definiti (salvo modifiche):

  • tutti i giorni gli spettacoli hanno inizio alle ore 13 e 13:30
  • il venerdì gli orari di inizio sono fissati alle 13:30 ed alle 14:00.
  • La sera invece si susseguono ben 11 spettacoli delle fontane danzanti, che iniziano alle ore 18 e si ripetono ogni 30 minuti fino alle spettacolo delle ore 23

Alternativa: Mall of the Emirates

Un’alternativa per la prima giornata a Dubai  è il Mall of the Emirates che rappresenta uno dei centri commerciali più grandi e visitati di Dubai con i suoi 600 negozi e 100 tra bar, ristoranti e fast food raggiungibile tramite metropolitana, line rossa, alla fermata 32 Mall of the Emirates.

Una delle attrazioni che possiamo provare è lo Ski Dubai, il primo snow park a tema invernale del Medio Oriente, che vanta al suo interno una pista da sci di 400 metri con due impianti di risalita – pista per slittino e una colonia di simpatici pinguini.

Per chi non ama lo sci è possibile visitare il Magic Planet, un  complesso con tantissimi divertimenti per i grandi e piccini con videogiochi, piste da bowling, simulatori di guida e cinema in 4D oppure il Dubai Community Theatre and Arts Centre, situato al secondo piano con gallerie d’arte – spazi ricreativi – scuola di musica e workshop.

Giorno 2: la Dubai tradizionale

L'abra per un solo Dirham ti porta da Bur Dubai a Deira
L’abra per un solo Dirham ti porta da Bur Dubai a Deira

Una giornata all’insegna di una parte di Dubai legata alle tradizioni, quelle meno conosciute e nascoste scoprendo vicoli e strutture dove il tempo sembra essersi fermato.

Bur Dubai

Iniziamo la nostra seconda giornata raggiungendo Bur Dubai il quartiere situato sulla parte occidentale utilizzato dai residenti per distinguere le varie zone senza confonderle.

Negli anni questo quartiere ha subito numerose trasformazioni e miglioramenti, considerando che si sia voluto estendere sino al mare trasformandolo in una specie di isola, anche se rimane – tutt’oggi – il vero centro della città, essendo altamente popolato grazie anche agli edifici e appartamenti residenziali.

Molto conosciuta anche per essere stata la residenza dell’ex governatore di Dubai che ha fatto in modo che Bur Dubai venisse collegata a Deira nel migliore dei modi, infatti ci è permessa un’affascinante attraversata del Creek a bordo delle Abra.

Non visitiamo questo luogo per attrazioni che lasciano senza parole o per alloggiare in hotel extra lusso, ma per vivere la tradizione araba in tutto il suo splendore.

Proseguiamo la visita verso la Grande Moschea – il minareto più grande di questa città – e la Moschea Iraniana realizzata con piastrelle di colore blu che si confondono con il cielo.

Se vogliamo dedicare del tempo allo shopping possiamo recarci al Bur Dubai Souk famoso per i suoi tessuti, con venditori altamente insistenti per la vendita dei propri prodotti.

Se invece del mercato, desideriamo visitare e acquistare qualcosa di diverso, Bur Juman è un centro commerciale più antico seppur moderno, grande e con al suo interno più di 300 negozi distribuiti su 4 piani.

Altri centri commerciali in zona sono il Lamcy Plaza, più piccolo, con 150 negozi e tre piani oppure il Wafi Mall con uno stile relativo all’antico Egitto e negozi di lusso sia in termini di vestiti e gioielli – non mancano i ristoranti, bar e una spa di alto livello.

Deira

Proseguiamo la giornata raggiungendo Deira  il quartiere di Dubai centro dell’attività commerciale, che oggi è andata a scemare a causa del boom economico intorno ad altre zone.

Bagnato dalle acque del Golfo Persico, dal Sharjah e dal Creek oggi viene vissuta dalla working class composta da filippini – cinesi – indiani e bengalesi che la rende altamente multi etnica. Per la parte legata al turismo questa zona è consigliata per scoprire l‘antica tradizione e le origini di un posto ora basato su ricchezze e sfarzo, con un gran caos a qualsiasi orario e per prendere consapevolezza del lato umano di queste persone.

Una volta che abbiamo preso la metropolitana, linea verde e siamo scesi alla fermata Al Ras possiamo iniziare la nostra avventura attraverso i souk – la parte più famosa e caratteristica di Deira.

Partiamo dal  Souk dell’Oro che è il più famoso e si suddivide in più strade completamente pedonali accompagnate da tantissimi negozi che offrono ogni tipologia di gioielli d’oro, in argento ma anche pietre preziose e diamanti. Qui potremo trovare l’anello in oro e diamanti entrato a far parte del Guinness dei Primati, come prezioso più pesante del mondo.

Se desideriamo acquistare oro, in questo posto è tutto regolamentato, turisti e residenti possono visualizzare il prezzo direttamente sui display aggiungendo all’importo eventuali lavori aggiuntivi.

Proseguendo, troviamo il Souk delle spezie, un luogo caratteristico dove possiamo respirare la vera tradizione, composto da stradine strette dove sono posti negozi che offrono ogni tipologia di erbe e spezie collocati in cestini, all’interno di sacchi aperti.

Un profumo inebriante e colori unici nel loro genere, che si confondono anche con la frutta secca come i datteri – fichi – albicocche – noci e nocciole. Apertura giornaliera dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 22 (il venerdì dalle 16 alle 22).

Per raggiungere la prossima destinazione, in maniera alternativa, prendiamo l’abra, l’imbarcazione tradizionale del luogo che veniva utilizzata sin dall’antichità per attraversare il Creek di Dubai, per circa 10 chilometri. Oggi sono in attivo circa 150 abra che trasportano tantissimi passeggeri sia come mezzo di trasporto e sia per i turisti che desiderano toccare la storia del luogo con mano.

Due le linee attive attualmente:

  • Deira Old Souq Station (Deira) – Bur Dubai Station (Bur Dubai)
  • Al Sabkha Station (Deira) – Dubai Old Souq Station (Bur Dubai)

L’orario è da verificare e si differenzia in base alla stagione e alla linea preferita. Il prezzo è quasi simbolico, ovvero un solo Dirham per ogni tragitto, pagabile direttamente a bordo, oppure aggiungendo una cifra leggermente più alta si ha la possibilità di noleggiarla per tutto il tempo che si desidera.

Bastakiya

Grazie all’abra abbiamo raggiunto l’antico quartiere di Bastakiya situato nel cuore di Dubai dove l’antica atmosfera è sempre presente, a partire dai tetti delle case che possiedono l’architettura nota come tasso, che riesce ad incanalare il vento all’interno delle stanza, rinfrescando l’intera abitazione.

Nessuno vive più qui e le antiche dimore sono diventati negozi, gallerie d’arte oppure bar dove sorseggiare qualcosa di tipico.

Da non perdere è il forte di Al Fahidi realizzato verso il 1800 come dimora dei nobili, successivamente trasformata in presidio militare e, ancora, carcere: oggi è un museo che raccoglie le foto inerenti alla trasformazione del quartiere e alcuni reperti archeologici.

Come accennato, all‘interno del forte Al Fahidi si trova il museo della città, diventato meta turistica importante per ammirare molti aspetti della cultura tradizionale del posto, cenni storici e modi di vita completamente diversi dagli attuali. Da non perdere i plastici che ricostruiscono scene di vita quotidiana, antecedenti la scoperta del petrolio.

Se ci resta un pochino di tempo, possiamo visitare anche il souk all’aperto con 50 bancarelle allestite al mattino presto, dove possiamo trovare ogni genere di prodotto.

Dubai Heritage Village

Terminiamo la nostra seconda giornata visitando il Dubai Heritage Village, un museo a cielo aperto – costruito nel 1997 –  che mette in mostra ogni tipologia di scena di vita quotidiana che veniva vissuta precedentemente il boom moderno.

Osserveremo le vecchie abitazioni, gli stili, la tipologia dei lavori e le persone che abitavano il luogo – il tutto per mettere in evidenza quella che era la Dubai di un tempo e di come sia importante per loro il passato.

All’interno troveremo inoltre  artigiani e tessitori che mostrano i lavori della tradizione in un’atmosfera diversa dal comune e molto interessante. Non solo: ci sono anche altre dimostrazioni pratiche che riproducono la vita reale del tempo antico.

Gli orari di apertura sono dalle 8.30 sino alle 22.30 raggiungibile con la metropolitana, linea verde, fermata Al Ghubaiba –  aggiungendo un chilometro di camminata (direzione nord).

Giorno 3: la Dubai del divertimento

Palm Jumeirah Island, Dubai
Vista dall’alto di Palm Jumeirah Island

Una giornata all’insegna del divertimento e della conoscenza di una parte di Dubai straordinaria accompagnata da sole, mare, incontri affascinanti e cene fuori dal comune.

Palm Jumeirah

Al mattino ci rechiamo a Palm Jumeirah  l’isola artificiale di Dubai, conosciuta da tutti in quanto a forma di palma che occupa 46 ettari di cui 17 occupati dal parco acquatico.

L’Hotel Atlantis non è solo un luogo dove pernottare in modalità extra lusso, ma anche un centro multifunzionale e attrattivo per grandi e piccini.

Una volta arrivati all’esterno si viene conquistati dalla monorotaia, che ci accompagna direttamente in un mondo incantato, ovvero quello di Atlantide. L’acqua è la protagonista assoluta e tutte le strutture turistiche sono a disposizione delle persone – seppur non ospiti dell’albergo.

Aquaventure Waterpark

Iniziamo l’avventura presso l’Aquaventure Waterparkil parco acquatico che si trova all’interno del resort con una superficie, come anticipato, di ben 17 ettari che comprendono tantissime attrazioni ideali per tutta la famiglia con angoli per il relax dei genitori, mentre i figli si divertono nelle varie zone a loro dedicate.

Da non perdere “Leap of Faith” una discesa di ben nove piani da perdere il fiato, oppure la discesa ripida della Torre di Nettuno e la Torre di Poseidone che propongono moltissimi scivoli e tunnel apparentemente paurosi ma di grande effetto.

Se desideriamo, invece, avere una vista mozzafiato su tutta la struttura dell’Atlantis – a 20 metri di altezza – basterà prendere la linea teleferica, che si estende per molti chilometri ed è, senza dubbio, la più lunga dell’intero Medio Oriente.

Chi non ama i delfini? Possiamo avere un incontro intimo e ravvicinato con loro presso il Dolphin Bay, struttura altamente sofisticata e in continuo miglioramento.

Quello che ci viene permesso – in compagnia degli addestratori – è nuotare con loro, immergerci nelle acque in loro compagnia mentre si accarezzano e si abbracciano.

Oggi è anche possibile conoscere più da vicino i leoni marini per avvicinarsi al loro mondo e capirne ogni loro aspetto.

Proseguendo troviamo The Lost Chambers Aquarium, una struttura interessante che accompagna grandi e piccini attraverso la leggenda dei Atlantide, grazie ai sette saggi – la cartografia e altre attrazioni affascinanti ricostruite nel dettaglio.

Entrare al suo interno ci  farà perdere la cognizione del tempo e non sembrerà di certo di essere a Dubai!

Per chi desidera altro lontano mondo marino può richiedere delle  lezioni di tennis, oppure recarsi al ShuiQi Fitness il centro dove allenarsi con macchinari innovativi e vista mozzafiato.

Dubai Marina

Il pomeriggio la nostra giornata prosegue al Dubai Marina, progettata da ingegneri ed architetti che sono riusciti a creare un mondo nuovo, completamente artificiale dalle sembianze naturali.

Fino a pochi anni fa era una distesa di sabbia, mentre oggi possiamo visitare centri commerciali – mangiare in ristoranti di lusso e vivere la movida notturna.

Ma la vera protagonista di Dubai Marina è la passeggiata sul lungo mare che si chiama The Walk ed ha una lunghezza di 1,6 chilometri accompagnata da negozi, ristoranti e localini deliziosi con vista sul litorale: bellissimo sia di giorno, sia durante il tramonto e suggestivo la notte con tutte le luci accese.

Mentre si cammina sul lungo mare, possiamo anche concederci un po’ di shopping presso il Dubai Marina Mall, un centro commerciale che offre 130 outlets dei migliori brand internazionali a prezzi ideali per i turisti (meno lussuoso degli altri centri commerciali). 30.000 mq di superficie con 4 piani, dove è presente anche un Hotel a 5 stelle, ristoranti e piccoli caffè dove fermarsi.

Terminato il relax e lo shopping ci rechiamo verso la zona interna di Dubai Marina, costellata da grattacieli che fanno da cornice al mare e alle attrazioni che si trovano lungo a The Walk. Tra questi la Cayan Tower di 306 metri di altezza e 73 piani in totale, con una torsione di 90° e complementi d’arredo incredibili. Un altro da menzionare e vedere è l’Al Seef Tower, alto 215 metri con, al suo interno, 44 piani.

Cena su un battello tra i canali

Per vivere un’esperienza diversa dal solito, durante la cena saliamo a bordo della crociera di lusso che ci permette di ammirare le luci e le attrattive di Dubai Marina, durante la notte.

La barca è composta da sole vetrate trasparenti e gli ospiti potranno accomodarsi dove più a loro consono, al fine di godere di ogni angolo mentre si attraversa il canale artificiale.

Una durata pari ad un’ora e mezza, con buffet completo di piatti intercontinentali e una musica di sottofondo che accompagna l’attraversata, con arrivo previsto alle ore 22.00. Importante, da evidenziare è che tutte le bevande analcoliche sono illimitate, esattamente come acqua e caffè.

Alternativa: visita alla zona di Jumeirah Beach, La Mer

Se al mattino la visita all’Hotel Atlantis non soddisfa la nostra curiosità, un’alternativa affascinante è la visita a  La Mer Dubai.

La Mer è il nuovo punto strategico di Dubai dove possiamo vivere lo spazio all’aperto, grazie al mare – le spiagge – lo shopping e i locali. 2,5 chilometri di spiaggia con sabbia fine che portano alle attrazioni più visitate come Eithad Museum e Dubai Water Canal.

La zona di La Mer è composta da quattro zone principali:

  • la spiaggia
  • un centro divertimenti
  • North Island
  • South Island

In tutto questo vedremo più di 130 negozi, attività varie di intrattenimento e ristoranti dove si mangia qualsiasi tipologia di delizia sia di lusso e sia in ambienti formali.

Se desideriamo giocare e divertirci, il Hawa Hawa è l’area giochi imperdibile, completa di zona gonfiabile – un sogno per tutti i bambini. Per i più grandi una pista da skate ed una palestra all’aria aperta, completa di ogni tipologia di macchinario.

Per arrivare basterà prendere l’autobus scendendo alla fermata  Palm Strip Center.

Giorno 4: safari nel deserto

Safari nel deserto di Dubai con una 4x4
Safari nel deserto di Dubai con una 4×4

Una delle giornate è senza dubbio da dedicare ad una parte di Dubai classica, dimenticando per un attimo lusso e grattacieli, facendoci rapire dal suo deserto completamente naturale.

Questo luogo scintillante, una volta, era solo distesa di sabbia color oro e cammelli che facevano da cornice: oggi è possibile effettuare alcuni safari per entrare a contatto con la natura – quella più selvaggia ed affascinante. Ma quali sono i safari imperdibili? Vediamo alcune alternative.

Tour delle Dune Rosse

Un meraviglioso tour in una delle zone desertiche più affascinanti, denominate “Lahbab” che si trova a 50 chilometri dalla città. Possiamo scegliere se far durare il safari 4 ore (questa opzione non prevede la cena e altre esperienze nel deserto) oppure 6 ore, adatto ad ogni tipologia di persona, amante della natura ma soprattutto del divertimento e cultura.

Il safari inizia con il prelevamento dall’hotel da parte di un fuoristrada 4×4, con un viaggio di circa 45 minuti dove ammiriamo il bellissimo panorama che offre vari aspetti della città di Dubai.

Arriveremo presso  Dune Rosse, scivolando tra la sabbia morbida sino all’ora del tramonto, fermandoci sulla duna più alta per osservare tutti colori del deserto (esperienza garantita al 50%).

Se abbiamo optato per il tour di 4 ore, l’autista provvederà al trasporto in albergo, mentre se abbiamo scelto  il tour di sei ore proseguiremo all’interno di un vero campo beduino dove potremmo:

  • fare un giro con il cammello
  • farsi adornare la pelle con tatuaggi all’henné
  • provare i costumi tradizionali arabi

Per cena è previsto un ottimo barbecue con piatti locali tra le quali Hummus – Insalate e Kebab (con ogni genere di bevanda), il tutto arricchito dallo spettacolo della danza del ventre e dei Falchi Arabi.

I prezzi per un tour privato, oscillano tra i €300,00 a veicolo (max 6 persone) per il tour da 4 ore e €400 (sempre a gruppo) per il tour da 6 ore.

Nel caso di auto condivisa il costo è a persona e varia – circa 50,00 euro a persona per il tour da 4 ore e 70,00 euro a persona per il tour da 6 ore (salvo rincari o sconti particolari).

Verifica disponibilità

Tour delle Dune Rosse Al khayma

Questo safari – durata totale di 6 ore – viene effettuato a bordo di un fuoristrada 4×4 che ci condurrà dall’hotel sino al deserto, per andare a  “giocare” tra le dune per circa 40 minuti: nel mentre è possibile anche provare l’emozione del sandboarding – surf sulle dune – un’avventura molto particolare. Successivamente ci rechiamo ad Al Khayma Desert Camp dove potremo:

  • fare un giro nel deserto sul cammello
  • provare i vestiti tipici arabi femminili e maschili
  • tatuarsi con l’henné
  • avere a disposizione ogni tipologia di bevanda
  • fumare in modalità tipica araba
  • provare il caffè arabo con alcuni dolci tipici

Lo spettacolo di danza Tanoura inizia in concomitanza con la cena, che viene servita a buffet e realizzata in stile barbecue. Il prezzo si differenzia a seconda della scelta:

  • tour privato ha un costo di circa 350, 00 euro
  • tour condiviso si aggira dai 50,00 agli 80,00 euro a persona

Verifica disponibilità

Safari al mattino presto

Se amiamo i colori del mattino presto, questo tour di quattro ore ci offre l’esperienza delle dune rosse, che si raggiungono a bordo di un 4×4.

Una volta arrivati a Lahbab abbiamo la possibilità di optare per il quad bike oppure divertirci con il sandboarding – surf sulla sabbia – o, ancora, cavalcare il cammello godendo del panorama.

I costi si differenziano a seconda se il safari sia privato o in gruppo, aggirandosi dai 350,00 euro per il primo caso e 80,00 euro per il secondo caso.

Verifica disponibilità

Safari estremo del deserto e cena

Un tour di sei ore a bordo di un fuoristrada 4×4 per cavalcare in modalità estrema le dune del deserto, fermandoci sulla punta più alta ad ammirare il tramonto ed i suoi colori.

Successivamente ci rechiamo all’accampamento per fare un giro sul cammello, assistere ad uno spettacolo tradizionale e cenare – in modalità buffet – con piatti tipici arabi, mentre le esperte disegnano tatuaggi all’henne su varie parti del corpo.

Il costo varia a seconda del periodo e si aggira intorno ai 40,00 euro a persona.

Verifica disponibilità
I tour organizzati per visitare e conoscere il deserto sono molteplici ed è bene evidenziare che, per i bambini al di sotto dei 3 anni sono vietate alcune attività (come il surf sulle dune, per esempio).

Alternativa: tour di un giorno ad Abu Dhabi

Se i safari non sono l’esperienza che desideriamo provare è possibile abbandonare Dubai – per un giorno – raggiungendo la sfavillante Abu Dhabi. La capitale degli Emirati Arabi dista da Dubai circa 140 chilometri ed è raggiungibile in un’ora e mezza di auto.

Non è una città che si visita in un solo giorno, ma grazie ai tour organizzati –  o ad un ottimo piano fai da te –  è possibile vedere ciò che di più bello la città offre.

Una volta arrivati, attraversiamo il Golfo meravigliandoci del panorama e della bellezza differente del luogo, raggiungendo la Grande Moschea di Sheik Zayed che possiede la facciata bianca conosciuta in tutto il mondo.

Successivamente ci rechiamo presso  la distesa di 8 chilometri del lungomare mai toccata dall’uomo, con acqua cristallina, che porta direttamente all’Emirates Palace – il palazzo del governo.

Nel mentre, se ci guardiamo intorno, noteremo le Eithad Towers (divenute famose grazie al  film “Fast & Furious 7”).

Per fare un po’ di shopping ad Abu Dhabi possiamo recarci al centro commerciale Marina oppure al souk, ricco di spezie – gioielli e manufatti tradizionali.

Se ci rimane del tempo, non possiamo perdere la visita al Museo di Abu Dhabi caratterizzato dalla replica dei villaggi antichi, per mostrarci com’era la vita prima dello sfarzo attuale.

Tantissimi i tour organizzati da scegliere a seconda delle proprie esigenze.

Gite ad Abu DhabiScopri di più

Giorno 5: Madinat Jumeirah e Burj al Arab

Burj al Arab
Burj al Arab: come visitarlo

Madinat Jumeirah

Il quinto giorno di visita a Dubai è da dedicare alla meraviglia del Madinat Jumeirah, che rappresenta un quartiere vicino al Burj Al-Arab capace di regalarci un impatto visivo molto affascinante, grazie al suo stile tradizionale accompagnato da laghi artificiali, canali e souk.

Lo possiamo raggiungere direttamente con la metropolitana, prendendo la linea rossa e scendendo alla fermata Mall of the Emirates. Da qui poi è necessario prendere un taxi.

Questo quartiere è il più grande degli Emirati Arabi ed è stato progettato, costruito e pensato al fine di riportare ogni turista a quelle che erano le tradizioni arabe di un tempo, perfetto nei minimi dettagli.

Il concetto che ha messo d’accordo gli architetti è stato il voler far rinascere un vecchio quartiere, seppur lussuoso con vista sulla magnifica torre a forma di vela – Burj-Al-Arab.

Ci rechiamo direttamente al souk, una riproduzione fedele dei mercati arabi di un tempo con cura del dettaglio e grande offerta di prodotti, in stile lussuoso e ricercato.

Non solo gioielli, ma anche tessuti e manufatti dell’antica tradizione che si confondo con i profumi delle spezie e della frutta secca, come i datteri – frutto tipico del medio oriente. Noteremo dei  venditori, al suo interno, non troppo insistenti ma che tendono ugualmente alla vendita, in maniera simpatica ed educata.

Da guardare – ma non toccare –  i negozi di vestiti notati sulle passerelle, con firme dei maggiori brand internazionali, con prezzi più alti della media.

Dopo aver visitato il souk procediamo con un giro sull’Abra – l’imbarcazione originale del luogo – per attraversare tutti   i canali del quartiere e per visitare l’ospedale per il recupero delle Tartarughe marine – nato con lo scopo di salvare le piccole ferite per poi essere rimesse in mare.

L’acqua dei canali viene prelevata dal mare e pompata all’interno. Durante la traversata saranno molti i momenti di confusione, pensando di essere a Venezia invece che Dubai – vista la ricostruzione molto similare alla nostra città italiana.

Wild Wadi Water Park

Proseguiamo la nostra mattinata raggiungendo la sua parte occidentale, per divertirci e vivere l’esperienza presso il Wild Wadi Water Park, il grande parco acquatico per grandi e piccini che possiede sino a trenta differenti attrazioni – collegate tra loro appositamente per non dover uscire dall’acqua.

Il suo orario è dalle 10.00 alle ore 18.00. Al suo interno moltissimi i bar e ristoranti, dove ci possiamo fermare per una piccola pausa pranzo.

Il costo dell’acqua park è pari a 295 AED per gli adulti, mentre i bambini più bassi di 110 cm pagano 260 AED (bambini con meno di due anni, gratis).

Se non desideriamo pranzare all’interno dell’acqua park è possibile concedersi qualche delizia grazie ai tanti ristoranti presenti nel quartiere Madinat Jumeirah, con ampia scelta tra cibo italiano – spagnolo – arabo – asiatico e libanese.

Se vogliamo unire l’esperienza del  giro in barca tra i canali e pranzare in uno dei ristoranti tipici, ci rechiamo al ristorante Pai Thai: raggiungibile solo in barca, con cucina tipica Thailandese e con un terrazzino dalla vista mozzafiato. Come per tutti i locali di Dubai il costo non è propriamente basso e, per un pasto base, si può spendere in media 100 euro a persona.

Burj al Arab

Dopo una pausa, il nostro pomeriggio  prosegue con la vista di una delle torri più famose, nonché lussuose di tutti i tempi: il Burj al Arab.

La Torre degli Arabi – questo il suo nome tradotto dall’arabo – è l’edificio a forma di vela che ha conquistato il mondo e ben sette stelle lusso (nonostante sulla carta siano cinque).

È diventato, in poco tempo, il simbolo indiscusso di Dubai con i suoi 321 metri di altezza e il suo stile moderno in acciaio con tante fonti luminose, che realizzano un arcobaleno al calare della notte.

Il Burj Al Arab è stato costruito su un’isola artificiale in mezzo al mare che raggiungiamo tramite la passerella, denominata Jumeirah Beach.

Possiede 28 piani ed è solito essere adattato per ospitare i più grandi eventi mondiali, che necessitano di una cornice da mille ed una notte. Il suo interno è stato realizzato dall’architetto Huang Chu, che si è concentrato nei dettagli sfarzosi costituiti da decorazioni, mosaici e specchi arricchendo l’ingresso da una cascata della fontana formata da grandi forme di marmo nero che danno un effetto ottico affascinante, durante i continui giochi d’acqua.

Se vogliamo visitare l’eccentrica struttura dobbiamo essere ospiti dell’hotel oppure persone che hanno riservato un servizio, come un tè pomeridiano oppure una cena.

Una volta arrivati all’ingresso siamo obbligati a mostrare il documento di prenotazione direttamente allo staff dedito alla sicurezza che si trova all’ingresso (pena il mancato accesso alla struttura).

Il nostro tè pomeridiano viene servito presso lo Skyview Bar, posizionato strategicamente al 27° piano al fine di offrire una vista spettacolare ai suoi ospiti. Il costo del tè – comprensivo di un free drink e dolcetti vari – si aggira sui 695 AED ed è servito alle ore 13.00 – 13.15 – 16.00 e 16.15, escludendo il venerdì.

Non solo tè, perchè allo Skyview alle ore 19.00 sino alle 2 di notte possiamo bere un drink in compagnia, indossando un abbigliamento smart casual. Stesso discorso vale per i ristoranti presenti all’interno dell’edificio, che richiedono prenotazione e abbigliamento consono al luogo, scegliendo tra le varie proposte di cucina tipica oppure internazionale – tenendo conto dei prezzi sempre superiori alla media.

Visita al Burj al ArabScopri di più

Scarica l’itinerario gratuitamente in pdf

L’itinerario viene dato in omaggio agli iscritti alla newsletter. Ricorda che puoi cancellarti in qualsiasi momento.


È sufficiente il solo nome, senza cognome


Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l’iscrizione

Accetto la Privacy Policy

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
            

I tour imperdibili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.