Al Bastakiya

Scrivi un commento per primo / di Carlo Galici / aggiornato: 24 Giugno 2019

Al Bastakiya, Dubai

Cos’è Al Bastakiya e dove si trova

Al Bastakiya, per coloro che desiderano visitare Dubai, è senza dubbio uno dei luoghi di maggiore interesse.

Si tratta, infatti, del quartiere storico della città: esso fu edificato alla fine del XIX secolo e appare, al giorno d’oggi, come una vera e propria fusione di passato e presente.

Quest’area tanto suggestiva è tutto ciò che resta della vecchia Dubai, e possiede ancora quel fascino dei tempi remoti che non svanisce nonostante la modernizzazione delle strutture.

Chi passeggia per le strade del posto può ammirare gruppi di case antiche ristrutturate e trasformate in negozi e bar, fare shopping nei mercati, sorseggiare una bevanda in una delle caffetterie.

Al Bastakiya, quindi, costituisce un autentico must per chi vuole conoscere le bellezze di Dubai.

Il quartiere, noto anche come Al Fahidi, si trova lungo il corso del Creek, il fiume che divide la città in due sezioni: a est del corso d’acqua sorge Deira, a ovest Bur Dubai. Di quest’ultima zona fa parte, per l’appunto, Al Bastakiya.

Cosa vedere presso Al Bastakiya

Cosa vedere ad Al Bastakiya
Forte Al Fahidi

Il quartiere in oggetto è splendido da percorrere a piedi, immergendosi pienamente nell’atmosfera della Dubai di un tempo e osservando gli elementi più caratteristici.

Tra questi, ad esempio, vi sono le famose torri del vento, create per direzionare l’aria fresca all’interno delle case e dei cortili.

Le dimore, pur essendo state lasciate dai propri abitanti, non sono certo abbandonate a se stesse: come già detto, da esse sono stati ricavati negozi, café e gallerie d’arte.

Tutti questi edifici, grazie a un’accurata ristrutturazione, lasciano ancora intravedere l’originaria architettura e dimostrano che gli inquilini dei secoli scorsi erano prevalentemente benestanti.

Ad Al Bastakiya, tra l’altro, si trova la più antica struttura di Dubai, il forte Al Fahidi.

Esso, costruito come abitazione nobiliare, fu poi adoperato come presidio militare e come carcere; oggi è un museo impiegato per l’esposizione di oggetti artistici, reperti archeologici e foto che testimoniano l’evoluzione della città con il passare degli anni.

Un altro punto molto interessante del quartiere è il Souq, il pittoresco mercato sempre brulicante di vita e di persone.

Qui è possibile acquistare di tutto sulle numerose bancarelle allestite al mattino e smontate di sera: pietanze, gioielli, articoli d’arredamento, souvenir, stoffe e spezie sono solo alcuni esempi.

In aggiunta, molto importante è lo Sheikh Mohammed Centre for Cultural Understanding, che organizza pranzi culturali, lezioni di lingua araba e tour lungo il fiume Creek.

La storia di Al Bastakiya

Le vicende passate di quest’area sono estremamente interessanti. Già è stato sottolineato che Al Bastakiya nacque alla fine dell’Ottocento per ospitare famiglie di ricchi mercanti.

Le abitazioni erano in tutto circa 60, ed erano separate tra loro dalle strette strade che ancora oggi i turisti possono percorrere.

Il quartiere, negli anni ’80, fu in parte distrutto per far posto a nuovi edifici, soprattutto uffici destinati alle attività lavorative locali: solo poche case furono risparmiate e utilizzate come magazzini.

Una tappa significativa della storia di Al Bastakiya si colloca nel 1989, quando fu stabilita un’ulteriore opera di demolizione.

Indispensabile, in questa situazione, fu l’intervento dell’architetto britannico Rayner Otter, che si mise in contatto con il principe Carlo per evitare questa eventualità.

Il contributo di Otter fu decisivo, tanto che nel 2005 presero piede i lavori di ristrutturazione che ripristinarono la bellezza originaria del quartiere. Gli attuali negozi, bar e centri d’arte sorsero proprio in questo periodo.

Alcune informazioni pratiche: come arrivare, orari e dove mangiare

Come arrivare

Raggiungere Al Bastakiya non è difficile, sia tramite metro sia per vie fluviali. Per quanto riguarda queste ultime, esistono delle imbarcazioni che attraversano il Creek, chiamate Abra, le quali collegano Deira e Bur Dubai.

Il forte Al Fahidi dista pochi minuti a piedi dalla stazione di Dubai Old Souq. Molto utile è anche la metro, che a Dubai si divide in due linee, la verde e la rossa.

Per arrivare ad Al Bastakiya conviene la prima, i cui capolinea sono Creek ed Etisalat: tra le fermate intermedie vi è proprio Al Fahidi. Se invece si prende la linea rossa bisogna scendere a Bur Juman e camminare per circa un chilometro.

Orari

Vi sono alcuni orari che i turisti devono tenere a mente.

Il museo di Dubai presente nel forte, ad esempio, è aperto tutti i giorni dalle 8:30 alle 20:30, soltanto il venerdì dalle 14:30 alle 20:30.

Il Souq, in linea di massima, è attivo dalle 9:00 alle 22:00 circa.

La metro funziona dalle 5:30 alle 24:00 da sabato a mercoledì, dalle 5:30 all’1:00 di giovedì, dalle 10:00 all’1:00 di venerdì.

Dove mangiare

Il quartiere di Al Bastakiya è ricco di posti dove mangiare.

A parte le bancarelle del mercato che offrono numerosi cibi, vi è l’Arabian Tea House Restaurant e Café: qui è possibile degustare pietanze locali, come l’hummus, il pollo al lime, la tipica colazione araba e molto altro, compresi piatti vegani e senza glutine.

Il menu include anche numerose bevande, tra cui un dissetante tè alla menta. Altri ottimi ristoranti sono il Bastakiya Night’s, il Local House Restaurant e la caffetteria dell’XVA Art Hotel.

Altri quartieri storici da non perdere

Al Ahmadiya School
Al Ahmadiya School

Si è già detto che Al Bastakiya fa parte dell’incantevole quartiere conosciuto come Bur Dubai.

Quest’ultimo è ritenuto un vero e proprio connubio delle due anime della città: quella più vicina al passato da una parte, quella moderna e tecnologica dall’altra.

In questa zona si trova un importantissimo edificio commerciale, il Dubai World Trade Center, che ospita ogni anno vari incontri internazionali. Poco distante vi è la Grand Mosque, il principale luogo di culto, alta circa 70 metri e dotata di 45 cupole piccole e 9 grandi.

Dall’altro lato del Creek si innalza il quartiere di Deira, nato quando i coloni di Bur Dubai attraversarono il corso d’acqua per fondare un nuovo villaggio.

Raggiunta da entrambe le linee della metro di Dubai, l’area in questione ha a sua volta un notevole valore storico ed è ricca di musei.

Tra questi bisogna ricordare la Al Ahmadiya School, incentrata sull’ambito dell’educazione, e l’Heritage House, in cui vengono spesso allestite delle mostre; non meno rilevanti sono il Museo delle donne di Dubai e il Museo del Comune.

A Deira, inoltre, è possibile ammirare il Burj Nahar, storica torre, e visitare il grande centro commerciale chiamato Deira City Centre.

 

Quanto hai trovato utile questo articolo?

1 stella2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle (Lascia un voto per prima/o)
Loading...
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.