In primo piano
Home / Dubai cosa vedere / Souk, Dubai
Souk dell'oro di Dubai
Souk dell'oro di Dubai

Souk, Dubai

Profumati, caratteristici e testimoni di un passato nemmeno troppo lontano, i souk sono un aspetto della Dubai di ieri che ancora resiste al processo di modernizzazione che coinvolge la città.

Bancarelle e prodotti tipici, mercanteggiare e fruscio dell’andirivieni di clienti e curiosi tratteggiano l’atmosfera tipica di un souk a Dubai, un suggestivo salto nel tempo senz’altro consigliato a chiunque voglia conoscere il lato più autentico di Dubai.

Fedele al suo passato di area commerciale della città, Deira, nella parte orientale di Dubai, è il cuore pulsante dei souk che sprigionano ancora oggi un’essenza unica: immersi in un contesto urbano fatto di botteghe e case popolari, i souk sono lo specchio più fedele della Dubai di ieri, ben diversa da quella ai piedi del Burj Al Arab o delle altre mete della Dubai avveniristica.

A Deira possiamo trovare i souk più famosi di Dubai: qui c’è quello dedicato all’oro e ai gioielli (Dubai Gold Souk) che, oltre a essere il più grande al mondo nel suo genere, è uno dei più animati. Va da se’, quindi, che non potrete non lasciare Dubai senza averlo visitato prima e, chissà, concluso qualche buon affare. Infatti, l’oro a Dubai ha un prezzo davvero concorrenziale (si stima sia uno dei più bassi al mondo) e questo contribuisce, indubbiamente, a rendere le contrattazioni fra clienti e mercanti particolarmente vivaci: difficilmente riuscite a resistere alla tentazione di avvicinarvi a una delle scintillanti bancarelle e iniziare una trattativa per portarvi a casa gioielli di prima qualità a prezzi decisamente accessibili.

Fra i 300 venditori presenti, non farete fatica a trovare gioiellieri che personalizzano i modelli accanto a colossi del settore, come Damas.

Dopo aver sufficientemente stimolato la vista, passate a stuzzicare il tatto nei souk che vendono tessili e abbigliamento e l’olfatto al Deira Spice Souq: non farete in tempo ad entrare che sarete travolti dagli aromi di zafferano, incenso e curry, esposti in caratteristici sacchi di juta. Di certo perdersi fra questo tripudio di colori e odori sarà un vero piacere, così come decidere di acquistare (sempre contrattando sul prezzo) dei chiodi di garofano o della curcuma per insaporire le nostre pietanze, una volta in Italia.

Ampolle e flaconi dominano invece il Dubai Perfume Souk che, come potrete immaginare, è specializzato in profumi: come novelli Grenouille potrete lasciarvi deliziare dalle varie fragranze e lasciarvi conquistare da quelle che più vi piacciono, che siano dolci o aggressive, femminili o maschili. Siete indecisi o non avete trovato nulla che faccia al caso vostro? Chiedete e vi sarà prodotto un profumo su misura per i vostri gusti.

Non sarà eau de toilette, ma stimolerà comunque il vostro naso: al Dubai Fish Souk, l’odore di pesci e gusci la fa da padroni e, anche se non avrete nulla da comprare, varrà la pena fare una passeggiata qui, osservando le decine e decine di specie ittiche in vendita, molte delle quali non pensavate nemmeno che esistessero; oltre ai più comuni crostacei, tonni e pesci spada potrete vedere carichi di ricciola del Pacifico e barracuda: credo che non riuscirete a evitare un paragone con le asettiche vetrine della pescheria del supermercato a casa…. siete – anche sotto questo punto di vista – in un altro mondo!

Molto popolato anche il Bur Dubai Suq, nel quartiere Bastakiya, che ha perso un po’ dell’atmosfera tradizionale, ma non manca per questo di attirare comunque moltissime persone: il punto di forza sono le stoffe e, fra pashmine e sari, non potrebbe essere difficile trovare t-shirt sgargianti!

All’idea di entrare in un souk “artificiale” (cioè un souk non tradizionale, ma costruito appositamente) potrebbe far storcere il naso ai puristi, ma allettare chi non gradisce i modi di fare dei venditori dei souk (per alcuni un po’ troppo invadenti) o il chiasso che regna nei souk di Deira. Il Souk Madinat Jumeraih, a pochi passi dal Burj Al Arab, sarà quindi una valida alternativa: situato all’interno di un resort di lusso, è la fedele ricostruzione di un souk tradizionale, con tanto di soffitti in legno e torri del vento, bancarelle e artigianato locale, ristorantini e atmosfera da mille e una notte.

L’atmosfera non sarà autentica come nei souk di Deira, ma ha comunque quel qualcosa che vince e convince: fra locali e turisti è sempre pieno di gente seduta ai tavoli o che butta l’occhio sulla merce in vendita che, a differenza dei souk tradizionali, è decisamente più variegata. Potrete trovare a pochi passi di distanza un kefiah e un paio di scarpe all’ultimo grido!

Insomma, il Souk Madinat Jumeraih potrebbe essere giustamente considerato una terza via dello shopping a Dubai: oltre ai giganteschi mall e ai tradizionali souk ecco un posto che mette nella cornice del passato il presente dei prodotti di tendenza.

  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

X
- Enter Your Location -
- or -
Viaggio a Dubai.it

Viaggio a Dubai