Panoramica della Grande Moschea di Abu Dhabi

Grande Moschea Sheikh Zayed: come visitarla e tour da Dubai

Home » Viaggio ad Abu Dhabi » Cosa vedere ad Abu Dhabi » Grande Moschea Sheikh Zayed: come visitarla e tour da Dubai

Durante il viaggio ad Abu Dhabi alla scoperta delle sue bellezze, è normale pensare che poche cose al mondo sapranno nuovamente lasciarvi a bocca aperta, ma vi basterà fare un salto alla Grande Moschea Sheikh Zayed e ne troverete subito una.

Imponente, elegante e assolutamente bellissima, questo capolavoro architettonico ha neanche 10 anni, ma viene già annoverato come uno dei monumenti più famosi al mondo, al pari del Colosseo.

E, una volta visitata, non è difficile capirne il motivo: i modelli di riferimento sono la Moschea Badshahi a Lahore (Pakistan) e la Moschea Hassan II a Casablanca (Marocco); all’esterno si presenta con 80 cupole, 4 minareti (uno per angolo) che si stagliano per 107 metri e con un cortile la cui area, di 17.000 metri quadri, è considerata la più grande al mondo in marmo bianco (decorata con motivi floreali).

Se, di giorno, la facciata in bianco (simbolo di purezza) e oro che riflette i raggi solari è magnifica, di sera è quanto mai incantevole: all’imbrunire le splendide forme di questa struttura sono illuminate da un sistema che cambia colore in base alle fasi lunari e i riflessi nelle bellissime vasche e fontane che decorano gli esterni della Moschea rendono l’aspetto straordinario.

I numeri della Moschea

Gli interni della Grande Moschea di Abu Dhabi
Gli interni della Grande Moschea di Abu Dhabi

All’interno, la Moschea può ospitare fino a 7.000 fedeli e, utilizzando anche le aree esterne per la preghiera, il numero totale di persone che possono accedere contemporaneamente al sito religioso sono 40.000: con questi dati, si stima essere la quarta moschea più grande al mondo e la più grande negli Emirati Arabi (dimensioni 290 m x 420 m).

Nella sala di preghiera principale, si trova il tappeto annodato a mano più grande al mondo (peso di circa 35 tonnellate, area di oltre 5.000 mq e 2.268.000.000 nodi); fra i diversi lampadari placcati d’oro e intarsiati con cristalli Swarovski, spicca il lampadario a bracci più grande al mondo, con diametro di 10 metri, 15 metri di altezza e 9 tonnellate di peso, posto sotto la cupola più grande al mondo (diametro 33 metri per 85 metri di altezza), retta da quasi 100 colonne in marmo bianco decorate con intarsi a motivo floreale in madreperla, lapislazzuli e ametiste.

Fra le altre cose, come non citare le 99 qualità di Allah inscritte sul Qibla con la scrittura Kufi, retroilluminate in fibra ottica e i materiali utilizzati, provenienti da tutto il mondo a testimoniare il valore che la Moschea attribuisce alla diversità? Qui, fra i marmi scelti, ci sono il Lasa, l’Aquabiana e il Biano dall’Italia, il Sivec macedone e il Makrana indiano.

Costruita tra il 1996 e il 2007, la Grande Moschea è stata commissionata dallo sceicco Sheikh Zayed bin Sultan Al Nahyan (di cui porta il nome): lo spirito con cui questo edificio è stato eretto è quello di realizzare una struttura la cui architettura riflettesse una cultura islamica lontana dagli estremismi, specchio di tolleranza e rispetto; oltre alla Moschea, il sito ospita anche un centro di teologia islamica (Sheikh Zayed Grand Mosque Center (SZGMC)) e una biblioteca che contiene libri sulle arti, la scienza, la calligrafia e la civilizzazione.

La prima cerimonia celebrata è stato il funerale dello sceicco Sheikh Zayed (che è qui sepolto) nel 2004, mentre l’apertura al pubblico risale al 2007.

Visita alla Moschea di Sheikh Zayed

Sheikh Zayed Grand Mosque Abu Dhabi
Sheikh Zayed Grand Mosque Abu Dhabi

Fortunatamente, questa Moschea è una delle poche visitabili anche da chi non pratica l’Islam: le visite sono possibili tutti i giorni (a parte il venerdì, giorno dedicato alla preghiera, paragonabile alla nostra domenica); è raccomandato un abbigliamento sobrio e rispettoso (le donne devono indossare un’abaya, fornita all’interno della Moschea e da restituire all’uscita) e per entrare nella Moschea occorre essere scalzi.

Tour e i biglietti

Mappa: cosa vedere nelle vicinanze

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.